Asciugatrice piccola e compatta, modelli di dimensioni ridotte o mini asciugatrici salvaspazio

1
2
3
4
5
Smeg DHT83LIT-1 Libera installazione Caricamento frontale 8kg A+++ Argento, Bianco
Beko DRY833CI Libera installazione Carica frontale 8kg A+++ Bianco asciugatrice
Beko DRX822W Asciugatrice Libera installazione Carica frontale 8kg A++ Bianco
Candy CS C8LF-S Libera installazione Carica frontale 8kg B Bianco
Candy CS H9A2DE-S/ Asciugatrice, 9 kg, 66 dB(A), Bianco
Smeg DHT83LIT-1 Libera installazione Caricamento frontale 8kg A+++ Argento, Bianco
Beko DRY833CI Libera installazione Carica frontale 8kg A+++ Bianco asciugatrice
Beko DRX822W  Asciugatrice Libera installazione Carica frontale 8kg A++ Bianco
Candy CS C8LF-S Libera installazione Carica frontale 8kg B Bianco
Candy CS H9A2DE-S/ Asciugatrice, 9 kg, 66 dB(A), Bianco
9.4/10
9.4/10
9.4/10
9/10
8.4/10
Smeg
Beko
Beko
Candy
Candy
Bestseller No. 41
Smeg DHT83LIT-1 Libera installazione Caricamento frontale 8kg A+++ Argento, Bianco
Smeg DHT83LIT-1 Libera installazione Caricamento frontale 8kg A+++ Argento, Bianco
9.4/10
Bestseller No. 42
Beko DRY833CI Libera installazione Carica frontale 8kg A+++ Bianco asciugatrice
Beko DRY833CI Libera installazione Carica frontale 8kg A+++ Bianco asciugatrice
Classe Energetica: A+++Profondità: 60.9 cmLarghezza: 59.5 cm
9.4/10
Bestseller No. 43
Beko DRX822W  Asciugatrice Libera installazione Carica frontale 8kg A++ Bianco
Beko DRX822W Asciugatrice Libera installazione Carica frontale 8kg A++ Bianco
Classe Energetica: A++Profondità: 54 cmLarghezza: 59.5 cm
9.4/10
Bestseller No. 44
Candy CS C8LF-S Libera installazione Carica frontale 8kg B Bianco
Candy CS C8LF-S Libera installazione Carica frontale 8kg B Bianco
9.0/10
Bestseller No. 45
Candy CS H9A2DE-S/ Asciugatrice, 9 kg, 66 dB(A), Bianco
Candy CS H9A2DE-S/ Asciugatrice, 9 kg, 66 dB(A), Bianco
8.4/10

Prima di procedere all’acquisto di un’asciugatrice, è bene assicurarsi che il locale dove abbiamo scelto di collocarla sia adatto all’installazione. Differenti situazioni richiedono la scelta di un modello differente: chi non ha problemi di spazio, perché magari può posizionare l’asciugatrice in un’ampia lavanderia o cantina dove l’utente non avrà problemi di movimenti, potrà indirizzarsi tranquillamente verso il prodotto che preferisce, ma in altri casi la selezione potrebbe rivelarsi più difficile. Vediamo come capire di quanto spazio avrà davvero bisogno la nostra asciugatrice, e impariamo quindi a orientarci tra i migliori modelli di piccole dimensioni.

 

Problemi di spazio?

Calcolare l’ingombro di un elettrodomestico è un’abitudine fondamentale. Per quanto riguarda le asciugatrici, le misure standard sono: 80 cm in altezza, 60 cm in larghezza e 60 cm in profondità. Del tutto simili alle dimensioni di una lavatrice, per intendersi. Ma stiamo bene attenti a non fermarci a queste cifre o rischieremo spiacevoli inconvenienti, perché occorre sempre calcolare qualche centimetro extra. Spieghiamoci meglio.

Per installare l’asciugatrice c’è bisogno di un po’ di margine: il filo della corrente deve raggiungere senza intoppi la presa elettrica più vicina e il macchinario, per via del calore che genera durante il funzionamento, necessita di qualche centimetro di distanza dal muro per “respirare”. Questo è particolarmente vero per i modelli a pompa di calore, quelli più comuni sul mercato nonché i più efficienti dal punto di vista energetico, che però vanno posizionati in un ambiente ampio, aereato o provvisto di una presa d’aria sul muro, che lo metta in comunicazione con l’esterno.

Non dimentichiamo poi lo “spazio di manovra”. Ci riferiamo ad esempio al raggio di movimento di un oblò nei modelli con carica frontale, e a una facile modalità d’accesso a quegli accessori che vanno rimossi regolarmente, come il filtro che raccoglie le impurità dei tessuti o la vaschetta dove si raduna l’umidità condensata. Spesso sono posizionati alla base dell’elettrodomestico.

In definitiva, chi utilizza l’asciugatrice avrà bisogno di una superficie dove appoggiare il cesto con i panni appena raccolti, di una facile via d’accesso all’elettrodomestico e di un modo pratico per spostare il bucato dalla lavatrice all’asciugatrice e infine dal cestello di quest’ultima fino in casa, per riporlo nell’armadio. Se consideriamo questi fattori, ecco che improvvisamente lo spazio che avevamo immaginato di dedicare alla nostra nuova asciugatrice ci appare piccolo. Studiamo allora qualche soluzione ai problemi di spazio.

Asciugatrici slim

La prima categoria da chiamare in causa è quella delle asciugatrici “slim” che si contrappongono ai modelli standard e a quelli “big”. Il principale vantaggio lo apprezziamo in termini di profondità: dai canonici 60 cm questi modelli possono scendere fino a 42 cm, e in ogni caso ben sotto i 50 cm. Si tratta quindi di oggetti molto meno “invasivi” nel contesto dell’arredamento domestico. Asciugatrici più compatte e più semplici da installare affiancate a un altro elettrodomestico, magari una lavatrice già presente nel locale che abbiamo scelto. Minore profondità significa anche che l’asciugatrice occuperà meno spazio verso il centro della stanza, e l’utente guadagnerà fondamentali centimetri “di manovra”, come accennavamo in precedenza.

Scegliere un’asciugatrice slim non significa assolutamente accontentarsi. Le principali marche di prodotti tecnologici le commercializzano proprio per ampliare l’offerta anche alle famiglie che vivono in abitazioni più piccole, ma mantengono le alte prestazioni dei modelli di dimensioni standard, condividendone anche le più recenti tecnologie di funzionamento insieme ai principali optional.

Le asciugatrici slim, semplicemente, offrono una capacità di carico minore. Se il cestello di un modello “big” può ospitare comodamente 10 kg di panni appena lavati, le asciugatrici compatte vanno comunemente dai 5 kg ai 7 kg. Più che sufficienti per le necessità di un comune nucleo familiare, a meno che la nostra famiglia non sia davvero numerosa o non si abbia necessità di utilizzare l’asciugatrice in maniera massiccia. Sul versante dei prezzi, valgono le stesse considerazioni che faremmo per modelli standard. Il costo d’acquisto di un’asciugatrice a pompa di calore orbita intorno ai 500€, ma un modello slim ci permette di risparmiare qualche euro proprio per via delle dimensioni ridotte. Facendo le dovute proporzioni scopriremo che l’ispirazione “economica” di questi modelli si riflette anche sui consumi.

Le asciugatrici slim sono estremamente popolari: sarà facile reperirle nei negozi della grande distribuzione oppure online, rivolgendo da subito la ricerca alle nostre case produttrici preferite, che siano italiane, europee, americane o asiatiche.

Modelli con carica dall’alto

Se il risparmio di spazio garantito dai modelli slim non basta, si potrà considerare l’acquisto di un’asciugatrice con carica dall’alto. Il vantaggio più utile agli utenti più anziani è la possibilità di riporre ed estrarre i panni senza chinarsi fino a terra, una grande conquista per la salute della schiena. Un elettrodomestico con carica dall’alto, però, vanta anche delle dimensioni peculiari che potrebbero risolvere i grattacapi di chi vive in spazi stretti. Nel caso delle asciugatrici, ci ritroveremmo in casa un macchinario decisamente più stretto: 45-50 cm di larghezza, per un’altezza standard di 80 cm e una profondità che può variare tra i 60 cm standard e i 45 dei modelli “slim”.

La larghezza ridotta è davvero pratica per chi si trova a dover “incastrare” l’asciugatrice nello spazio residuo tra due elettrodomestici,  o tra un mobile precedentemente installato e la parete. Ovviamente la carica dall’alto comporta delle modifiche alle nostre abitudini da utenti, perché i modelli con carica frontale sono certamente più diffusi: nulla a cui non si possa ovviare in breve tempo, ma certamente avremo qualche difficoltà se volessimo sistemare l’asciugatrice in colonna. L’accesso al cestello potrebbe diventare irraggiungibile.

Le asciugatrici con carica dall’alto fanno parte della categoria di funzionamento “a condensazione”, meno recente di quella “a pompa di calore” ma comunque affidabile. Quest’ultime lavorano con un vero e proprio motore, che inverte il flusso di aria calda e fredda; una tecnologia troppo ingombrante per trovare spazio nella “carrozzeria” ristretta dei modelli con carica dall’alto, che si affidano invece a una semplice resistenza elettrica. Teniamo presente, però, che l’efficienza energetica sarà più bassa, in genere una classe B: ciò comporta dei consumi più alti.

Per trovare un prodotto conveniente in questa categoria, teniamo d’occhio le case produttrici italiane, da sempre inclini al risparmio e interessate a rendere le asciugatrici con carica dall’alto e a condensazione parte della loro proposta.

Asciugatrici a parete, da incasso o in colonna

Abbiamo già accennato questo tema nei precedenti paragrafi, ma facciamo chiarezza. Quando si installa un’asciugatrice, si può scegliere una soluzione a incasso; una buona idea per integrare l’elettrodomestico nell’arredamento. L’installazione in colonna, invece, è davvero conveniente per chi vuole risparmiare spazio in larghezza, collocando due elettrodomestici (di solito lavatrice e asciugatrice) uno sopra all’altro, con carica frontale per accedere comodamente al cestello. Si tratta di un’idea diffusa, per cui non sarà difficile trovare produttori che vendono questi macchinari in coppia, predisposti all’installazione in colonna con particolari accessori per aumentarne la stabilità.

Un’ultima soluzione, più estrema ma comunque efficace e disponibile sul mercato, è quella rappresentata dalle asciugatrici a parete, ultracompatte. Le misure si avvicinano a quelle di un cubo e si azzera lo spazio da occupare al suolo. Si tratta di modelli davvero poco ingombranti e leggeri, ma la capacità di carico si riduce in maniera proporzionale: 3,5 kg 0 4 kg, con consumi che generalmente si attestano sulla classe B o C (ma si può trovare sul mercato anche qualche modello a parete con funzionamento a gas, più performante).


Giornalista freelance, consulente editoriale e traduttore. Appassionato di tecnologia, per la casa e non, e di divulgazione

6834 6789 6836 7723
Back to top
Asciugatrici Migliori